14/01/2005 - La fin del Mundo

Ciao ragazzi, siamo alla Fin Del Mundo come la chiamano loro e cioè alla città di Ushuaia in Argentina. Vi scrivo qualche mia notizia e spero vi faccia piacere. Dopo un paio di giorni a Buenos Aires, che con l'aiuto di Roby e Raquel si sono rivelati molto piacevoli, ci siamo messi in marcia per il sud. Siamo alla penisola di Valdez, molto bella, è una grande riserva naturale dove si possono ammirare i leoni marini, le balene, le orche che vengono a mangiare le foche in spiaggia (ma per queste non è stagione), i pinguini, gli elefanti marini e diversi uccelli. Ho visto le foche partorire in spiaggia circondate dai pellicani che si contendevano la placenta. In zona vi è anche la più grande riserva di pinguini dell'Argentina a Punta Tombo, circa 500.000 esemplari! Sono teneri e simpatici, loro tirano diritto per la loro strada incuranti della nostra presenza. Le madri vanno in mare, escono belle gonfie di pesce e poi lo rigurgitano per i piccoli, che si contendono il cibo a colpi di becco. I piccoli si riescono anche ad accarezzare, degli adulti non mi sono fidato. Poi abbiamo proseguito in bus verso sud attraversando l'enorme pianura patagonica e siamo arrivati ieri mattina alle 8 a Rio Gallegos dove con molta fortuna e le pressioni di Pier al bigliettaio, un'oretta dopo abbiamo beccato al volo una corriera strapiena che proseguiva per Ushuaia. Per fortuna abbiamo mangiato un panino aspettando il traghetto che attraversa lo Stretto di Magellano perchè a Ushuaia siamo arrivati alle 23,30... Quindi un viaggio da vero viaggiatore: no cibo, no acqua, bus scassato, centinaia di km di sterrato attraversando la Terra del Fuoco con due attraversamenti di frontiera (code mica da ridere) poichè per arrivare qui bisogna passare dal Cile e rientrare in Argentina. E poi, dulcis in fundo, trovare da dormire a quell'ora... Per fortuna sul bus abbiamo fatto amicizia con un ragazzo di Buenos Aires che ci ha aiutati e siamo riusciti a trovare un buco dove far riposare le ossa dopo 2 giorni di bus. La stanza costa circa 3 euro a testa con la colazione e naturalmente non é un grand hotel... Comunque è inutile che vi dica che era proprio questo quello che cercavo e che quindi mi sta piacendo moltissimo, e che veder sfilare dal finestrino la distesa della pianura della Patagonia con una luce incredibile sotto un sole stupendo è meraviglioso. Così come è stato molto emozionante l'attraversamento dello stretto di Magellano con un vento (già dimenticavo qui il vento è una costante garantita) pungente ed un mare affascinante al pensiero di ciò che ho letto di Coloane o Sepulveda di questi luoghi. Tutto bene quindi per ora nonostante i 2.200 km circa in bus (di cui 6/700 di sterrato) e domenica mattina si riparte per entrare in Cile per Puerto Natales dove ci organizzeremo il trekking nel Parco delle Torri del Paine sulle Ande. Spero di non avervi annoiato ed ora farei qualche piccolo appuntino personalizzato... x Gino: non hai idea di come si mangia qui... questo è il posto che devi venire tu al di fuori dell'Italia. Con 5/7 euro ti fai delle cene con carne, vino, oppure pesce in grandi porzioni. Hanno pure il pane come il nostro e fai davvero fatica a finire tutto! Altrochè brodini e pinzimonio... x Renata: la borsa delle medicine è ancora intatta, per fortuna non l'ho ancora aperta e spero rimanga cosi. x Franco: mi fa ridere il pensiero di quanto aspettiamo il vento a Embrun, qui si potrebbe tranquillamente vivere con 2 vele: la 3 e la 4 (a esagerare...). Per ora sono a 350/400 foto, devo calmarmi altrimenti non mi basta l'hard disk! x Anna: Roby e Raquel sono stati davvero squisiti, ci siamo fatti una deliziosa cenetta sul Rio de La Plata di superlusso. Raquel qui a casa sua l'ho trovata molto più... argentina... molto più intrigante (mi permetti vero Roby...). La Patagonia e' proprio come me la immaginavo. x Davide P e Roby Arosio: raga, se solo il 5% delle foto che ho fatto è venuta come spero, non vi parlo nemmeno più insieme... x Lilly: ho già adocchiato delle maschere davvero belle, ma aspetto di essere nella zona degli Indios per comperarla e spero di riuscire a portarla senza romperla... x Maurizio Pan: Mauri, qui è píeno di gnocca... a B.A. ci sono delle gnocche da paura! Se mi sposo una terza volta mi scelgo un'argentina... x Maurizio Pid: la stessa cosa che vale per Davide P e Roby Arosio vale anche per te... x Sergio: troverai un sacco di cose che giassai, porta pazienza... x Paolino: non ci crederai e non lo dire in giro, ma sono già riuscito a portare il "ragazzo" in un museo!! A Trelew c'è un museo bellissimo di dinosauri che non avrei mai immaginato di vedere... C’è venuto senza discutere (anche se la sua testa è sempre sulle montagne che dovremo fare)!! Ora vi abbraccio tutti e se non vi annoio vi scriverò ancora appena potrò. Bacioni a tutti gm

Viaggio: