15/05/2008 - meno 420 ma che caldo!

-420 ma che caldo!

 

Gia', -420 ma non gradi di temperatura, bensì metri sotto il livello del mare dove si trova il Mar Morto!

Dopo aver passato un'indimenticabile giornata con un fuoristrada ai confini con l'Arabia nel bellissimo deserto dello Wadi Rum, deserto davvero fantastico (sono un grande appassionato di deserti), ho iniziato la lenta e ancora lunga strada del ritorno. Risalendo faro' le tappe che non ho fatto prima, scegliero' di giorno in giorno le cose che piu' mi interessano da visitare. Lasciata Aqaba, con una sensazione di dispiacere che mi seguiva dietro le spalle, sono risalito attraverso ad un deserto di sabbia, lungo la depressione che conduce al Mar Morto. Depressione che e' poi la Rift Walley, la stessa che attraversa l'Africa fino oltre il Kenya e la Tanzania.

Dopo aver visto qualche anno fa, girandogli intorno con un piccolo jet, la cima piu' alta, l'Everest, ora mi sono ritrovato nel punto piu' basso di questo nostro meraviglioso e fantastico pianeta. E' davvero incredibile, mi trovavo in mezzo a delle montagne con uno strapiombo sulla mia destra e l'altimetro del mio orologio mi indicava altezza zero! Mentre scendevo la temperatura si faceva sempre piu' preoccupante e controllavo di continuo gli strumenti della mia strommina (la mia moto...) dandole delle affettuose pacche sul serbatoio (come consigliato da Claudio) dicendole di non preoccuparsi...

Poi il Mare, o meglio il lago. E' lungo 80 km circa e non e' molto largo, l'altra riva, che poi sarebbe l'Israele e' visibilissima sempre. Si ha la sensazione di essere in riva ad un lago se non fosse per il caldo afoso e le rive bianche di sale. Ho dovuto viaggiare in pantaloncini corti e maglietta, ho rinunciato un po' alla sicurezza pero' facevo molta attenzione e andavo molto piano, 60/70 kmh.

All'inizio, dove il fiume Giordano confluisce nel mare, c'e' il luogo dove si presume che Giovanni Battista abbia battezzato Gesu'. E' un posto particolare, suggestivo sopratutto per chi e' di fede cristiana, immerso nel verde e' facile farsi prendere emotivamente dalle cose che si sono imparate a scuola e a catechismo. Qui, Giovanni Paolo II, nel 2000 ha recitato una messa per la pace. Nel posto esatto del battesimo di Gesu', c'e' una fonte ed i resti di tre chiese, due bizantine ed una cristiana. E' da molto tempo che si ritiene che questo sia il posto esatto. Per chi vuole, c'e' una fonte con acqua del Giordano filtrata per battezzarsi nuovamente.

Ovunque aleggia un alone mistico e quei pochi turisti che c'erano pregavano in silenzio. C'era un gruppo tedesco che recitava una messa con tanto di pane e calice proprio in riva al Giordano con di fronte, a pochi metri i soldati israeliani, gia' perche' l'altra riva e' Israele ed il fiume e' largo non piu' di una decina di metri e di qua ci sono i soldati giordani... Una coppia di Aosta si sono bagnati le mani nel fiume pregando, la moglie ha recitato un messaggio di pace e una ragazza malesiana si e' bagnata anche i piedi.

D'un tratto una risata conosciuta... Alexey e Andriy, arrivano sorridenti, mi salutano festosamente e si immergono vestiti completamente in quelle acque melmose e stagnanti!!! Dopo le solite battute di rito, chiedo loro se sono cosi' religiosi da fare addirittura il bagno li' dentro: "no Mario... it's not for the religion, it's for souvenir!"

E ancora un'altra risata...

 

Baci mistici...

 

gm