17/05/2008 - Piccoli brividi

Piccoli brividi

 

Si, ma non sono quei libricini che comperavo a mio figlio quand'era piccolo e che lui leggeva avidamente, bensi' sono quelli che mi sono venuti lungo la schiena quando, dopo un colpo secco, la leva della frizione e' improvvisamente diventata molle e non funzionava piu'.

 

Percorrevo la strada che da Damasco porta ad Aleppo con l'intenzione di fermarmi a visitare Hama, una cittadina sul fiume Oronte famosa per le "nurie", gigantesche ruote di legno, che in passato servivano a portare l'acqua fin dentro le abitazioni quando la moto si e' guastata. Tengo duro fino ad un benzinaio dove, circondato come al solito da un gruppetto di persone che volevano aiutarmi a tutti i costi, smonto il carter e mi preparo a sostituire il filo. Se la frizione non funziona piu' cosa vuoi che sia... Infatti. Il benzinaio che vicinissimo a me controllava cosa stessi facendo, mi fa notare che il filo era intatto e mi indica invece il perno che controlla la leva della frizione ed entra dentro il motore: e' spezzato!!

 

Ed ecco i brividi...

 

Cazzo! Dove lo trovo un pezzo di ricambio della Suzuki V-Strom 650 in Siria, dove la moto piu' grossa e' 150 cc? Prima di partire avevo contattato l'Europe Assistance ma non davano la copertura per la Siria e la Giordania.

Visto che mancano pochi km ad Hama (per fortuna) raggiungo comunque l'hotel innestando le marce senza la frizione e cercando di non fermarmi... ero pure scortato da un gentile siriano che si e' offerto di farmi strada fino all'hotel che avevo scelto.

Scaricati i bagagli raccolgo le idee e chiamo la "mia" Europe Assistance, il mio caro amico motociclista Luciano che gia' mi aveva assistito nel mio viaggio nel Kurdistan a settembre, e gli spiego la situazione. Nel giro di poco mi ritrovo con il pezzo pronto ad essere spedito dall'Europa, devo solo comunicare dove e quando...

 

Non ho idea del tempo che ci voglia per la spedizione, ma l'idea di stare fermo qui due o tre giorni non mi attira molto. Il paese e' grazioso, fuori dalle rotte turistiche, l'hotel che ho trovato grazie alla fidata LP e' confortevole e costa 6 euro a notte, l'atmosfera e' tranquilla e si passeggia volentieri in mezzo alla gente. La specialita' del posto e' un dolce particolare  (c'e' una pasticceria ad ogni angolo) con del formaggio all'interno di una pasta sfoglia con miele e scaglie di pistacchio. Molto buono, pero' tre giorni mi sembrano davvero tanti...

 

Cosi' decido di provare prima a far vedere il guasto ad un meccanico del posto, un giorno in piu' o in meno non mi cambia nulla e, per esperienza, a volte in questi posti fanno miracoli. Come si dice, la necessita' aguzza l'ingegno. Anni fa in Kenia, in mezzo alla savana, ho assistito alla riparazione della guarnizione della testata di un motore di un camion, ricavandola dal telone posteriore del camion stesso!

 

Spiego il mio problema al tipo dell'hotel e cosi' la mattina dopo arrivano in due, un brivido in meno... Portano la moto in officina (chiamiamola cosi' va...), guardano il perno rotto e mi dicono  "no problem", altro brivido in meno... Mentre mi bevo un te seduto comodamente si mettono in quattro, smontano, lavano, ingrassano, sistemano la catena (origine del problema) e me la ridanno bella lucida nel giro di un'oretta perfettamante a posto... Mi chiedono 4 euro, faccio il grande e glie ne do 5!

 

Se li sono meritati no?

 

Baci e un grosso abbraccio particolare a Luky...

 

lamps!

 

 

gm