26/03/2009 - La sfida

La sfida

Siamo a Niamey, capitale del Niger, una nazione che mi ha sorpreso. Appena passato il confine dalla Nigeria il paesaggio é nuovamente cambiato, sopratutto i villaggi. Tutti hanno dei strani contenitori a forma di palla, fatti di terracotta con il tetto di paglia e penso servano a conservare le granaglie. Conferiscono al villaggio un aspetto suggestivo. Poi il paese è decisamente della migliore rispetto alla Nigeria. C'è un po' più d'ordine, meno gente, se possibile meno sporcizia, si respira di nuovo la dolce atmosfera Camerounense.
Come già vi avevo accennato non tutto é sempre filato liscio. All'Africa Twin ha ceduto la pompa della benzina, l'abbiamo tolta ed ora va meglio di prima. Perché l'avranno messa poi...? Al nuovissimo BMW GS 800 recuperato a Kano si è staccato di netto il faro anteriore e non l'abbiamo perso per strada solo per caso. Il furgone é quello che ci ha dato più problemi, anche il paraurti anteriore ha ceduto di schianto, mi è esplosa una gomma mentre ero ai 110 all'ora in un tratto d'asfalto, per fortuna era quella posteriore interna cosi la sbandata é stata contenuta. 
Ora ci stiamo riposando un po' nella capitale, abbiamo riparato l'idroguida, sostituito i supporti del motore saldati, riparati clacson e frecce, sostituito il filo del cambio e altre cosette.
Purtroppo un brutto incidente ci ha privati della Subaru 4x4. Ad un posto di blocco ci è piombato addosso un camion che ha preso in pieno l'auto distruggendola. Per fortuna i due occupanti sono rimasti miracolosamente illesi! Davvero un miracolo. Abbiamo abbandonato li l’auto, a bordo strada, ormai inservibile.
Il viaggio continua comunque, the trip must go on!
Ci siamo anche fatti un giro in piroga sul fiume Niger, molto suggestivo e mi fa sorridere ripensare alle fantasie di Clive Cussler nel suo libro "Sahara", ambientato su questo fiume. Siamo riusciti anche ad avvistare degli ippopotami, ma chi la fa da padrone è la gente che affolla queste rive; c'è chi lava i panni, chi lava se stesso insaponandosi, chi pesca, chi fa il bagno. Per i bambini poi è una festa, tutti schizzano gioiosi nell'acqua e fanno mille evoluzioni vociando sulla riva al nostro passaggio.
Quando siamo fermi, faccio qualche giretto in moto, il GS 800 è davvero molto intrigante. Grande potenza, scattante, moto molto ben equilibrata, rumore accattivante, è davvero un piacere guidarla ma per me ormai è diventata una sfida riuscire a portare l'Iveco a destinazione, a Dakar! Fino ad ora l'ho sempre solo guidato io e quindi sarà una grande soddisfazione riuscire a rivedere l'oceano su quelle sei ruote.
Mi fa piacere, infine, ricordare l'emozione di Celes, il nostro simpatico poliziotto spagnolo di Barcellona, la sera del suo compleanno a Kano in Nigeria. Eravamo a cena con degli imprenditori italiani che si ritrovano volentieri una volta al mese e la nostra carovana era una ghiotta occasione.
Cito a memoria, ma non credo di sbagliare molto, Celes si impegna parecchio per imparare l'italiano e ne viene fuori un miscuglio mica male...
"Creo che in mi vida, mai io avea potuto immaginare di retrovarme una sera por el mio compleanno, con mis amigos italianos, compreso quel gran maricone di Dino (il capo spedizione) a festeggiar i miei 51 agnos; in Nicheria, con otros 18 italianos mai visti, e a cenar in un ristorante cinese! Esto es davvero muy particular por mi ma...yo soy muy feliz!
Gracias por todo!”

saludos anche da me... 

gm